Terrina di Spugnole e Castagne Secche

castagne

 

Sìììì! Le castagne! L’autunno, il sole dorato al tramonto, le foglie che cadono, i funghetti che spuntano…

Va bene, forse è ancora un po’ presto per questo, ma vi avevamo promesso una ricetta della serie mensile Passione Funghi & Tartufi, considerata anche la fortunata produzione del bosco di questi ultimi giorni (state tenendo d’occhio il Real Time, vero?!).

E ogni promessa è debito, come cantilenava la mamma quand’eravamo piccini. Quindi eccoci a saldarlo.

Continua a leggere

Raw Glutenfree Pancakes

pancake_mkVe ne siete accorti?! Sono arrivati i funghi!

Qui in Tauro è un mezzo delirio, produciamo e spediamo a pieno regime tanti piccoli Biosec pronti per far secchi chili e chili di simpatici amici col cappello. Pare veramente che nelle ultime settimane la ricerca si sia fatta così facile da risultar quasi fastidiosa.
E noi, che siamo sempre sul pezzo, vi proponiamo una ricetta a base di… frutta!
😀
Gli amanti ed appassionati micologi però non se ne abbiano a male e non si demoralizzino: venerdì avremo pane anche per i loro denti!
Oggi torniamo a trovare la nostra Raw Chef Elena Dal Forno che, prima delle ferie, ci aveva ingolositi senza ritegno né pietà, mostrandoci le foto della sua ultima creazione crudista: i pancakes. Poi era sparita, gettandoci tutti nel più nero sconforto, reso particolarmente umido dall’acquolina copiosamente prodotta alla vista delle sue foto.
Oggi è tornata per saldare il suo debito coi nostri palati. Ecco a tutti voi la ricetta dei raw pancakes, niente uova nè latte nè farina. Solo chili e chili di genuina bontà allo stato crudo!


pancake5Ingredienti (per 4 piccoli pancakes):
  • 1 banana
  • 120 grammi di noci pecan ammollate almeno 2 ore (in mancanza di pecan vanno bene anche le noci normali anche se la combinazione banana-pecan è la migliore)
  • 35 grammi di pinoli
  • 70 grammi di anacardi (ammollati due ore sarebbe meglio)
  • 1 cucchiaio di farina di cocco (in alternativa va bene farina di quinoa, o amaranto)
  • 60 ml di acqua per frullare (di più se necessario)
  • 1/2 Cucchiaio di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di sale
Procedimento:
Frullate tutti gli ingredienti tranne la farina di cocco che va aggiunta alla fine e mescolata a mano.
Formate con il composto, che deve essere consistente ma non spesso, dei cerchi delle dimensioni desiderate di spessore circa 7-8 mm, anche 1 cm se vi piace un pancake più morbido all’interno.
pancake_faseprep
Mettete sui fogli di antiaderente ed essiccate con il programma P3 per almeno 24 ore, se vi piace più secco potete arrivare a 36 ore.
pancake_essic
Una volta pronti serviteli a strati con la vostra scelta di frutta fresca, noci caramellate, sciroppo d’acero, marmellate o creme….
pancake1
p.s. per i non crudisti, un programma a temperatura più elevata ridurrà sensibilmente i tempi di essiccazione, pur mantenendo e garantendo la leggerezza e la digeribilità del preparato vegano gluten free.

Bottarga Essiccata

bottarga-ricciola

Buongiorno! Bentornati!!

Le ferie sono finite per tutti? Ancora qualche fortunato in partenza per le spiagge in quest’ultimo scampolo di estate?

Noi riapriamo i battenti con oggi, dopo un’edificante ed istruttiva trasferta in California, una delle patrie dei prodotti essiccati, che laggiù vengono davvero proposti e consumati in ogni forma, misura e ricetta!

Per salutare degnamente la stagione delle ferie e del mare, ci lanciamo oggi su una preparazione marina: la bottarga.

La bottarga è un alimento costituito dalle gonadi del pesce, le cui uova vengono di norma salate ed essiccate con procedimenti tradizionali. O con il vostro essiccatore domestico! 😉

Il nostro chef Matteo Casadio, specializzato in pesce e responsabile del blog Pescenudo.it, ha provato per noi questa particolarissima ricetta, che ha pubblicato anche qui (curiosate nel suo sito, è pieno di prelibatezze anche non essiccate!) e ne è rimasto decisamente soddisfatto.

Tenete presente che si tratta di una proposta molto particolare, un po’ lunga nella preparazione e di livello decisamente alto. Ma per chi ama il pesce, il successo è assicurato!

Ingredienti:

  • Sacca ovarica (gonadi) freschissima e intatta (in questo caso di ricciola, ma ottima è di tonno o muggine)
  • Salamoia
  • Sale fino q.b.

Procedimento:

Preparare la salamoia facendo bollire i litro d’acqua con  60 grammi di sale marino. Immergere la sacca delle uova nella salamoia fredda e lasciarle per circa 2 ore.

foto-bottarga

Asciugare, salare con sale fino e mettere tra due assi di legno con un peso sopra come pressa. Controllare ogni giorno che ci sia sempre un po’ di sale, altrimenti aggiungerlo.

bottarga-sottosale
Lasciare circa 4/5 giorni, il tempo dipende dal grandezza della bottarga. Mettere la bottarga ad asciugarenell’essiccatore a 30 gradi per alcuni giorni  fino  a quando la bottarga non sarà stagionata al punto giusto.

bottarga-essiccare