Tauro contro gli inestetismi cutanei: una sensazionale scoperta

Finalmente concluso il primo trial clinico di sperimentazione su un campione di 3000 donne adulte: l’essiccatore, debitamente modificato, può ridurre sensibilmente i ristagni di liquidi nei tessuti di gambe e glutei, contrastandone efficacemente i segni più vistosi come cellulite, smagliature e gonfiori.
Cellulite
È allo studio ormai da qualche anno la teoria secondo cui l‘eliminazione del liquido in eccesso contenuto all’interno dei tessuti del corpo umano possa essere facilitata e favorita dall’uso di macchine per essiccazione, elettrodomestici di piccola dimensione e a costo contenuto, originariamente progettati e dedicati proprio all’evaporazione dell’acqua in tessuti vegetali come quelli di piante e frutti.
Il sistema dolce di eliminazione dei ristagni avverrebbe, come accade già da millenni per gli alimenti, grazie allo sfruttamento di un leggero flusso d’aria tiepida (al momento si stanno studiando gli effetti di flussi compresi tra i 40 ed i 62 gradi, ma i ricercatori non escludono di poter aumentare le temperature per velocizzare ulteriormente il processo) che, investendo le aree interessate con delicatezza, ne favorisce l’asciugamento senza compromettere né snaturare le cellule epiteliali e adipose, le cui membrane interne non vengono in alcun modo alterate o infrante per permettere la fuoriuscita dell’acqua in eccesso.
Il test, inizialmente condotto su un pesce noto per l’elevato grado di ritenzione idrica (Micropterus salmoides), ha superato brillantemente la prima fase alla fine del 2012. L’équipe medica impegnata nello studio, affiancata da un team di biologi e scienziati molecolari, ha quindi ottenuto il via libera per procedere alla sperimentazione sull’uomo nei primi mesi del 2013.

Continua a leggere

Essiccando con… lo Chef Piergiorgio Siviero

Piergiorgio Siviero(1)

La storia di Piergiorgio Siviero è una bella storia. Sa di successo ma anche di merito, di arte, fatica, fiducia e concretezza.

Giovane chef padovano, Piergiorgio si forma alle più alte scuole della ristorazione internazionale, tra cui spicca un’esperienza di quattro anni trascorsi a Parigi e Montecarlo, nei ristoranti pluristellati di Alaine Ducasse.

13582653030653IMG_8700man

Quando nel 2005 ritorna a casa, a Pontelongo, ad aspettarlo c’è lo storico ristorante di famiglia fondato a nel 1915 dal nonno Lazzaro, che gli dà appunto il nome. Oggi, solo trentatreenne, Piergiorgio ha già portato il Lazzaro 1915 a ricevere la prima stella Michelin, dopo averlo completamente ristrutturato alla luce della sua carriera internazionale, magistralmente sposata ad una cucina fatta di cura maniacale per materie prime e dettagli insieme ad un’attenzione speciale per i prodotti e i piatti della tradizione locale veneta.

Lo abbiamo incontrato ed abbiamo avuto l’onore ed il privilegio di lavorare con lui (e di gustare le sue prelibatezze) in occasione di una serie di corsi di cucina con essiccatore che ha tenuto nell’autunno di quest’anno presso la ditta di forniture alberghiere Rogi Sas.

Potevamo lasciarci sfuggire l’occasione di fargli qualche domanda sulla sua esperienza con l’essiccatore? Giammai! Quindi iniziamo con l’intervista allo chef e continuiamo, il prossimo anno, con le ricette che Piergiorgio ha realizzato per noi.

Continua a leggere

Essiccando con… Lisa Casali

lisa-asparagi
Non lo facciamo mai. Non copiamo mai i testi di altri blog per propinarveli come nostri.

Ma stavolta quelli di Giangiacomo Feltrinelli Editore si sono superati (eggrazie al cavolfiore, scrivere è il loro lavoro!) e hanno raccontato la nostra protagonista del mese in modo così preciso, completo ed ineccepibile che non abbiamo potuto far altro che citarli, per presentarla anche a voi.

Logo Feltrinelli Editore

Lisa Casali, eco-food blogger di ecocucina.org e autrice per Gribaudo dei volumi La cucina a impatto [quasi] zero (2010), Cucinare in lavastoviglie (2011) ed Ecocucina (2012), rappresenta la fusione perfetta tra coscienza ecologica e passione per la cucina. Da tempo si occupa di tematiche ambientali, prima per studio, poi per lavoro; da diversi anni ha messo a frutto le proprie conoscenze in questo settore per sensibilizzare a un rapporto più sostenibile con il cibo. Ha condotto il programma Zero Sprechi su Gambero Rosso Channel e per due anni ha tenuto la rubrica di cucina “Eco-nomica” all’interno di Uno mattina in famiglia su Rai1.

orto e mezzo

Da due anni è testimonial WWF per la campagna sull’alimentazione sostenibile; collabora con diverse riviste e siti web. 

È conduttrice del programma televisivo Orto e mezzo su laEffe, dove racconta stili di vita alternativi e sostenibili viaggiando per gli orti d’Italia, e partecipa a Geo&Geo su Rai3 per presentare il tema dell’autoproduzione.” (dal sito www.feltrinellieditore.it).

Avete già avuto il piacere di vederla in faccia e all’opera nel post precedente, dove ha dato prova della sua bravura e della sua grande fantasia per la realizzazione del video sul dado granulare con scarti di cucina. Ed è proprio questo il suo cavallo di battaglia, il punto di forza che la contraddistingue: il riciclo. Lisa non butta nulla, al contrario, scopre e condivide modi sempre nuovi per riutilizzare al meglio tutto quello che di norma viene eliminato come inutile e cattivo. Dalle bucce ai torsoli, Lisa ricicla, trasforma, regala nuova vita agli avanzi in cucina!

Continua a leggere

Essiccando con… Tano Simonato

Tano

Buongiorno a tutti!
Benritrovati!

Sì, lo sappiamo, stiamo un po’ latitando, nell’ultimo periodo, ma abbiamo una valida ragione: l’azienda sta affrontando un trasloco, ci spostiamo in una nuova sede più grande, accogliente e funzionale. Stiamo anche allestendo un’area espositiva che attualmente mancava del tutto, così chi passa a trovarci può vedere i nostri essiccatori belli allineati, giocarci un po’, scegliere con calma e anche assaggiare qualche prelibatezza essiccata! Allora, organizzate un pullman?

A parte le doverose scuse, oggi torniamo con un doppio appuntamento, tutto dedicato al nostro nuovo testimonial Tano Simonato, chef patron del ristorante stellato milanese Tano Passami l’Olio.

Avete già incontrato Tano se non altrove perlomeno qui, sulle pagine virtuali del nostro angolino di essiccazione. Lo chef ha collaborato con noi il mese scorso alla realizzazione di un evento esclusivo, riservato a grandi cuochi e alla stampa, per presentare e mettere in luce i vantaggi e le magie dell’essiccazione.

Oltre ad essere un professionista di altissimo livello, oggi possiamo anche svelarvi un segreto: Tano è simpaticissimo e davvero coinvolgente. Alle sue lezioni si chiacchiera, si scopre, si domanda, ma soprattutto si ride tanto.

Ecco qui dunque le sue impressioni e i suoi suggerimenti!

Schermata 2013-07-16 a 11.38.33

Continua a leggere