(pseudo)Canditi di Frutta Essiccata

canditi Ci risiamo.

La pazza di casa ha sfornato un’altra delle sue ideone.

Per chi ci seguisse da poco tempo, Larry è una fan di Biosec ormai da moltissimi anni, da quando (come leggerete voi stessi tra poco) si dilettava a seccare qui e là, un po’ per prova un po’ per divertimento, con il vecchio modello non elettronico, da lei affettuosamente ribattezzato BiDo. E tutto sommato se la cavava anche bene.

Larry e Bido

Larry e BiDo – immagine pubblicata per gentile concessione dello staff di Larrycette.com (cioè sempre lei).

Non s’è evoluta un granché da allora, predilige il porcellino del programma Economy perché è così carino oppure si lancia sul P1 “che tanto va bene per tutto”. Famosa per le sue realizzazioni non convenzionali – è quella che se deve cucinare una pasta alla carbonara non ha in casa né uova né pancetta, guanciale o affini, ma soprattutto ha finito gli spaghetti e pure le mezze penne – ha il suo punto di forza nella rivisitazione creativa delle ricette più classiche, cui regala sempre un tocco di personalità ed originalità imprevisto.

Non vincerà la nostra piccola competition interna finendo sulle pagine patinate delle riviste di cucina per le sue foto superlative, ma anche se non guadagna l’hashtag #collezionebiosec siamo onorati di averla tra i partecipanti della selezione #lhoessiccatoio.

E voi cosa aspettate? Mandateci i vostri capolavori!

Oggi con Larry, che fra le altre cose, quasi ci scordavamo di ricordarvelo, gestisce un adorabile, esilarante blog arancione (leggetela leggetela leggetela, è un rarissimo esemplare di italiana che sa ancora come si scrive nella nostra amata lingua!) scopriamo una versione light, gustosa e – manco a dirlo – spiazzante del classico candito. Si va!

Logo Larrycette ori

 

Continua a leggere

Glassa e Sorbetto alla Fragola

Schermata 2014-04-22 a 15.54.58

A una coppetta di fragole, anche essiccate, non si può proprio dir di no!

In questi giorni in cui la primavera inizia a farsi sentire davvero, poi, la voglia di sapori dolci e frutta succosa e colorata sta diventando sempre più forte.

Raccogliere e gustare le fragole dell’orto è davvero una gioia, soprattutto quando sono perfettamente mature. E chi non le può produrre da sé non si disperi: si possono sempre comprare, magari da un produttore bio o da una bella realtà agricola non troppo distante da casa. E poi? Conservare al meglio il loro gusto invitante è semplice: bisogna solo tagliarle a metà o a fettine sottili ed essiccarle.

Prima di essere disidratate non necessitano di alcun trattamento, ma se non temete le calorie e desiderate ottenere un effetto ancor più dolce, potrete immergerle in un bagno di miele, che donerà loro una sorta di smalto lucido.

I tempi per l’essiccazione ottimale delle fragole possono variare dalle 12 alle 18 ore. Mangiate essiccate come chips o mescolate ad altra frutta secca come banane o ananas, nello yogurt come merenda, nelle barrette energetiche o nella tisana della sera, avranno sempre un grande successo.

Dite la verità: vi è venuta voglia di fragole?

E allora ecco per voi due ricette molto fragolose: un’invitante glassa per torte al gusto di fragola e sorbetto alle fragole.

Continua a leggere

Raw Glutenfree Pancakes

pancake_mkVe ne siete accorti?! Sono arrivati i funghi!

Qui in Tauro è un mezzo delirio, produciamo e spediamo a pieno regime tanti piccoli Biosec pronti per far secchi chili e chili di simpatici amici col cappello. Pare veramente che nelle ultime settimane la ricerca si sia fatta così facile da risultar quasi fastidiosa.
E noi, che siamo sempre sul pezzo, vi proponiamo una ricetta a base di… frutta!
😀
Gli amanti ed appassionati micologi però non se ne abbiano a male e non si demoralizzino: venerdì avremo pane anche per i loro denti!
Oggi torniamo a trovare la nostra Raw Chef Elena Dal Forno che, prima delle ferie, ci aveva ingolositi senza ritegno né pietà, mostrandoci le foto della sua ultima creazione crudista: i pancakes. Poi era sparita, gettandoci tutti nel più nero sconforto, reso particolarmente umido dall’acquolina copiosamente prodotta alla vista delle sue foto.
Oggi è tornata per saldare il suo debito coi nostri palati. Ecco a tutti voi la ricetta dei raw pancakes, niente uova nè latte nè farina. Solo chili e chili di genuina bontà allo stato crudo!


pancake5Ingredienti (per 4 piccoli pancakes):
  • 1 banana
  • 120 grammi di noci pecan ammollate almeno 2 ore (in mancanza di pecan vanno bene anche le noci normali anche se la combinazione banana-pecan è la migliore)
  • 35 grammi di pinoli
  • 70 grammi di anacardi (ammollati due ore sarebbe meglio)
  • 1 cucchiaio di farina di cocco (in alternativa va bene farina di quinoa, o amaranto)
  • 60 ml di acqua per frullare (di più se necessario)
  • 1/2 Cucchiaio di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di sale
Procedimento:
Frullate tutti gli ingredienti tranne la farina di cocco che va aggiunta alla fine e mescolata a mano.
Formate con il composto, che deve essere consistente ma non spesso, dei cerchi delle dimensioni desiderate di spessore circa 7-8 mm, anche 1 cm se vi piace un pancake più morbido all’interno.
pancake_faseprep
Mettete sui fogli di antiaderente ed essiccate con il programma P3 per almeno 24 ore, se vi piace più secco potete arrivare a 36 ore.
pancake_essic
Una volta pronti serviteli a strati con la vostra scelta di frutta fresca, noci caramellate, sciroppo d’acero, marmellate o creme….
pancake1
p.s. per i non crudisti, un programma a temperatura più elevata ridurrà sensibilmente i tempi di essiccazione, pur mantenendo e garantendo la leggerezza e la digeribilità del preparato vegano gluten free.

Ciliegie che passione!


Ciliegie

Attenzione attenzione!

Se non stiamo attenti qui, tra un trasloco e una chiusura estiva, ce le perdiamo per strada!

Ci dicono che sta per finire la stagione delle ciliegie, quindi se ne avete una scorta a casa che minaccia di marcire o vi siete decisi a fare incetta al supermercato o dal contadino ora che costano poco e sono buonissime, ecco qui le indicazioni per essiccarle e riutilizzarle al meglio!

Prima però un paio di notizie interessanti: la ciliegia ha proprietà depurative, disintossicanti, diuretiche  e lassative ed è perfetta anche in caso di gonfiore addominale. In parole povere, fa tutto! Inoltre è ricca di flavonoidi e vitamine A e C – fantastica combinazione che stimola la produzione di collagene, un toccasana per la pelle –  oltre che di acido malico,  grande alleato di digestione degli zuccheri e attività epatica.

Niente scuse, quindi: tutti a seccar ciliegie!