Essiccando con… lo Chef Piergiorgio Siviero

Piergiorgio Siviero(1)

La storia di Piergiorgio Siviero è una bella storia. Sa di successo ma anche di merito, di arte, fatica, fiducia e concretezza.

Giovane chef padovano, Piergiorgio si forma alle più alte scuole della ristorazione internazionale, tra cui spicca un’esperienza di quattro anni trascorsi a Parigi e Montecarlo, nei ristoranti pluristellati di Alaine Ducasse.

13582653030653IMG_8700man

Quando nel 2005 ritorna a casa, a Pontelongo, ad aspettarlo c’è lo storico ristorante di famiglia fondato a nel 1915 dal nonno Lazzaro, che gli dà appunto il nome. Oggi, solo trentatreenne, Piergiorgio ha già portato il Lazzaro 1915 a ricevere la prima stella Michelin, dopo averlo completamente ristrutturato alla luce della sua carriera internazionale, magistralmente sposata ad una cucina fatta di cura maniacale per materie prime e dettagli insieme ad un’attenzione speciale per i prodotti e i piatti della tradizione locale veneta.

Lo abbiamo incontrato ed abbiamo avuto l’onore ed il privilegio di lavorare con lui (e di gustare le sue prelibatezze) in occasione di una serie di corsi di cucina con essiccatore che ha tenuto nell’autunno di quest’anno presso la ditta di forniture alberghiere Rogi Sas.

Potevamo lasciarci sfuggire l’occasione di fargli qualche domanda sulla sua esperienza con l’essiccatore? Giammai! Quindi iniziamo con l’intervista allo chef e continuiamo, il prossimo anno, con le ricette che Piergiorgio ha realizzato per noi.

Continua a leggere

Essiccando con… Tano Simonato

Tano

Buongiorno a tutti!
Benritrovati!

Sì, lo sappiamo, stiamo un po’ latitando, nell’ultimo periodo, ma abbiamo una valida ragione: l’azienda sta affrontando un trasloco, ci spostiamo in una nuova sede più grande, accogliente e funzionale. Stiamo anche allestendo un’area espositiva che attualmente mancava del tutto, così chi passa a trovarci può vedere i nostri essiccatori belli allineati, giocarci un po’, scegliere con calma e anche assaggiare qualche prelibatezza essiccata! Allora, organizzate un pullman?

A parte le doverose scuse, oggi torniamo con un doppio appuntamento, tutto dedicato al nostro nuovo testimonial Tano Simonato, chef patron del ristorante stellato milanese Tano Passami l’Olio.

Avete già incontrato Tano se non altrove perlomeno qui, sulle pagine virtuali del nostro angolino di essiccazione. Lo chef ha collaborato con noi il mese scorso alla realizzazione di un evento esclusivo, riservato a grandi cuochi e alla stampa, per presentare e mettere in luce i vantaggi e le magie dell’essiccazione.

Oltre ad essere un professionista di altissimo livello, oggi possiamo anche svelarvi un segreto: Tano è simpaticissimo e davvero coinvolgente. Alle sue lezioni si chiacchiera, si scopre, si domanda, ma soprattutto si ride tanto.

Ecco qui dunque le sue impressioni e i suoi suggerimenti!

Schermata 2013-07-16 a 11.38.33

Continua a leggere

Essiccando con… Elena Dal Forno

adorawble

Siamo assolutamente ancora in tempo per l’immancabile intervista del mese: Essiccando con… a maggio vi presenta uno dei nostri ultimissimi acquisti in fatto di fortunate collaborazioni, la raw chef Elena Dal Forno.

No dai, non ve la presentiamo di nuovo! Ormai la conoscete benissimo, e siamo certi che stiate iniziando a sentirne parlare un po’ ovunque.

Se vi siete persi qualche passaggio, andatevi a rileggere le sue prime ricette per noi, la zuppa di cipolla, i divini tacos alla messicana crudisti, le chips di cavolo nero, e scoprite le mille qualità di quella che, come l’abbiamo definita alcuni mesi fa, è già molto più di una giovane promessa del mondo crudista italiano ed internazionale.

Due parole per i più distratti. Il titolo di Chef Crudista e health coach, cioè coach del benessere, se l’è guadagnato in America, frequentando la prestigiosa accademia di Matthew Kenney in Oklahoma, da molti ritenuta la migliore al mondo.

Schermata 2013-05-27 a 10.45.05

Continua a leggere

Essiccando con… Larrycette

Dopo l’appuntamento mensile con le spugnole e la ricetta della rivista Passione Funghi & Tartufi, eccoci pronti a rispettare anche la seconda scadenza di febbraio, l’intervista del mese!

Oggi tocca a Larry, splendida, arancione, verbalmente debordante, grammaticalmente nazista (provatevi voi a sbagliare un congiuntivo in sua presenza) titolare del blog Larrycette.

Larrycette

Un angolino di Trieste in rete, dal quale l’autrice narra le sue prodezze culinarie e quelle di orienteering del marito. Sì, lei mangia, lui corre, alla fine gli opposti si attraggono e talvolta si contaminano pure: potreste trovare qua e là post comprovati l’eccellente appetito di lui e gli esilaranti (per come li narra) tentativi orientistici di lei. Il tutto farcito di belini vari, perchè Larry vive sì a Trieste, sposata ad un triestino verace, convinto ed orgoglioso, ma è nata e cresciuta nello splendido capoluogo ligure.

Ciò detto, vi accorgerete da soli di quale verve e capacità affabulatoria madre natura abbia dotato la nostra intervistata, insieme ad un altro paio di dettagli come il fuoco sacro per Springsteen e la follia congenita.

Larry utilizza Biosec da qualche anno, condivide quindi con noi la sua esperienza e ci racconta come si vive con un essiccatore in casa e… la testa affollata.

Andiamo dunque a incominciare…

Schermata 2013-02-15 a 10.41.38

Larry! Ciao!
Chi è là? Chi va là?

Ma come? Non ci riconosci? Siamo noi…
Noi chi?

Ma come sarebbe a dire “noi chi”? Noi: le vocine nella tua testa! Ti ricordi?
Come no! Era un po’ che non vi facevate vive…

Ma no, noi ci siamo sempre, sei tu che ogni tanto non ci ascolti perché fai finta di essere normale.
Vi chiedo scusa.

Non fa niente. Cos’è questo profumino? Stai facendo uno strudel?
No, ma è vero, il profumo è lo stesso. È l’essiccatore nuovo: sto facendo chips di mela alla cannella. Sono una belinata, da fare: una volta affettate le mele, le si dispone sul cassetto del Biosec e le si cosparge di cannella in polvere, così resta appiccicata alle fette anche una volta che sono secche.

Continua a leggere