Piramidi Bicolori su Crema di Patate con Verdure Autunnali ed Odori Essiccati

IMG_2962

Yuuummmh, carote e cipolle! Il cibo povero per antonomasia, quello che a noi piace tanto essiccare, salvare, riciclare! E poi patate, cavoli, broccoli… c’è tutto il sapore dell’autunno in questa nuova ricetta dello chef Gianluca Scolastra.

Perché non mettere alla prova la vostra abilità in cucina e cimentarvi in un piatto che ha tutta la complessità ma anche la completezza, l’equilibrio e l’originalità della cucina gourmet?

Lo sapete, ogni tanto vi regaliamo qualche chicca di alta gastronomia. Un paio d’anni fa era stato il grande cioccolatiere Ernst Knam a deliziarci con i suoi abbinamenti spiazzanti e geniali in occasione degli show cooking che ha tenuto per noi al Taste of Milano, per non parlare di Igles Corelli, che ha inaugurato la stagione 2013 dei nostri corsi di essiccazione, passando per Tano Simonato, Piergiorgio Siviero, Danilo Angè e chi più ne ha più ne… assaggi!

Qualche settimana fa vi abbiamo presentato l’ultimo arrivato nel nostro angolino dedicato all’essiccazione, lo chef Gianluca Scolastra, che tra l’altro potete seguire su Rai3 all’interno del programma Cose dell’altro Geo.

gianluca-a-geo

Gianluca all’opera in trasmissione

La prima ricetta che ci ha regalato Gianluca era tutto sommato affrontabile anche per dei pandoloni come noi, ma stavolta alziamo il tiro e vi proponiamo una soluzione elegante e inaspettata per portare in tavola tutto il gusto della stagione appena iniziata.

Continua a leggere

Riso Nero Venere con Dadolata di Melone, Piselli e Petali di Rosa

petali di rosa

Ripartiamo alla grande in questo lunedì di sole (almeno qui in Veneto, là da voi che aria tira?!) che apre l’ultima settimana di lavoro prima della pausa natalizia.

Per lasciarvi un po’ di cose su cui meditare durante le vacanze (e per farci perdonare il silenzio della settimana scorsa), da oggi a venerdì vi cuccate tre, avete sentito bene tre proposte essiccate. Olè!

Iniziamo subito da dove avevamo lasciato l’ultima volta: la splendida Fattoria delle Erbe ci regala stamattina un nuovo spunto per utilizzare in modo originale e gustoso le delizie del giardino: le erbe aromatiche più comuni e meno diffuse che potete coltivare sul balcone di casa o acquistare al mercato per essiccarle e gustarle tutto l’anno.

banner fattoria elle erbe

Continua a leggere

Ciliegie che passione!


Ciliegie

Attenzione attenzione!

Se non stiamo attenti qui, tra un trasloco e una chiusura estiva, ce le perdiamo per strada!

Ci dicono che sta per finire la stagione delle ciliegie, quindi se ne avete una scorta a casa che minaccia di marcire o vi siete decisi a fare incetta al supermercato o dal contadino ora che costano poco e sono buonissime, ecco qui le indicazioni per essiccarle e riutilizzarle al meglio!

Prima però un paio di notizie interessanti: la ciliegia ha proprietà depurative, disintossicanti, diuretiche  e lassative ed è perfetta anche in caso di gonfiore addominale. In parole povere, fa tutto! Inoltre è ricca di flavonoidi e vitamine A e C – fantastica combinazione che stimola la produzione di collagene, un toccasana per la pelle –  oltre che di acido malico,  grande alleato di digestione degli zuccheri e attività epatica.

Niente scuse, quindi: tutti a seccar ciliegie!

Dal Corso di Cucina con Essiccatore: Delizie Soffiate

SOFFIARE…

Lo giuriamo: l’abbiamo cercato ovunque o quasi. Abbiamo spulciato il web e tutti i dizionari di cucina che ci sono capitati a tiro. Non esiste, non si trova, non c’è, così abbiamo iniziato a sospettare si trattasse di un parto originale della fantasia dello chef Corelli.

Per analogia, potremmo parlarvi di soufflé, di riso soffiato, di vetro di murano. Di soffiarvi il naso.

Il senso è quello: immettere aria in un oggetto per aumentarne il volume (sì insomma, quando soffiate il naso non negherete mica che il fazzoletto si gonfi un pochino, no?). Corollario gastronomico: il prodotto soffiato diventa irresistibilmente croccante!

Igles Corelli utilizza moltissimo questo termine e questa tecnica – realizzabile con l’aiuto dell’essiccatore – per ricavare ingredienti particolari e  sorprendentemente croccanti anche da prodotti che di croccante non avrebbero nulla. Una cosa che, almeno per noi, in cucina non s’era mai vista prima.

Continua a leggere