F.A.Q.

Per riassumere un po’ la nostra esplorazione nel mondo dell’essiccazione, raccogliamo di seguito le domande che ci vengono poste più spesso dai nostri clienti e amici. Leggetele con cura, la maggior parte di quello che vi serve sapere è contenuto qui!

Quali sono le dimensioni di Biosec?
Il vostro essiccatore domestico è disponibile in due diverse dimensioni: 27x27x45cm (le versioni piccole, B5, B5S e B6) oppure 27x27x82 cm (le versioni grandi, B10, B10S e B12). Il peso a vuoto non supera mai i 10 chili.

Biosec è garantito?
Certamente, come da normativa vigente, tutti i nostri essiccatori sono garantiti per 2 anni in caso di acquisto da privati e per un anno in caso di acquisto in partita iva. Per qualunque problema la nostra azienda ripara o sostituisce  la parte danneggiata e la riconsegna direttamente a casa.

Che differenza c’è tra i Biosec in plastica e quelli in acciaio?
Tutti i modelli di Biosec sono dotati del medesimo motore: questo vi garantisce la stessa efficacia e un risultato eccezionale con qualunque prodotto della gamma.
Sia i modelli in plastica alimentare che quelli in acciaio inox sono certificati CE per l’uso alimentare ma spesso, per trasformazioni finalizzate alla vendita, le ASL sollevano meno problemi in caso di macchinari in inox. Inoltre, le versioni De Luxe, completamente in acciaio, offrono più cestelli nel medesimo tunnel: a parità di ingombro avrete quindi 6 cestelli invece di 5 o 12 invece di 10 (nella versione lunga). La rete dei cestelli in inox, infine, ha una trama più fitta ed è pertanto consigliata per il trattamento di prodotti molto piccoli, che potrebbero scivolare da un cestello all’altro con la versione in plastica, dai fori più ampi.

Quanto consuma il mio Biosec?
Il motore di Biosec è  studiato appositamente per ottimizzare i consumi in tutte le circostanze, e prevede perfino un programma dedicato per il risparmio energetico. Per capirci, potete dimenticare di averlo acceso ed utilizzare gli altri elettrodomestici come fareste normalmente.
Come specificato nella scheda tecnica, il motore di Biosec arriva a consumare al massimo 480W: questo significa che il consumo indicato si realizza solamente quando il vostro motore sta scaldando ai limiti più elevati (es. 68° del programma 4) e la ventola raggiunge la massima velocità. In tutti gli altri momenti, Biosec consuma quantità variabili che oscillano dai 15W ai 350W circa, in dipendenza del programma selezionato e della fase in corso del programma stesso.

Continua a leggere

Come si fa? I 4 principi dell’essiccazione

Sapersi regolare con l’essiccazione non è questione complessa. Ma nemmeno scientificamente e millimetricamente definita.
Come per tutte le cose fatte a mano e non in serie, c’è bisogno di buona volontà, pazienza e attenzione.

Basteranno poche, pochissime prove per capire come funziona questo processo, ma il nostro occhio, la valutazione di ciascuno, il gusto personale e l’attenzione alle variabili che possono – per definizione – cambiare di volta in volta, non potranno mai essere completamente sostituite da una macchina.

Ecco perché gli essiccatori elettrici sono amici e alleati preziosi, ma necessitano del  controllo e della guida che solo noi possiamo fornire grazie all’esperienza diretta e a un paio di dritte che, bontà nostra, vi sveliamo qui sotto 😉

Continua a leggere