Rotolini di Pomodoro con Zucchine e Tahin

Involtino pomodoro 1

Ve l’avevamo promesso ed eccoci qui: si parte da oggi con la pubblicazione delle super ricette realizzate per noi da Sara Cargnello in occasione dei due corsi di essiccazione crudista che si sono svolti quest’autunno a Venezia e a Bologna.

Per i fortunelli che c’erano e che hanno quindi ricevuto il ricettario dell’evento nel proprio kit di partecipazione, non saranno una novità, ma siamo sicuri che sia utile a tutti ritrovarle archiviate in ordine e al sicuro qui in rete.

Per tutti gli altri, attenzione e concentrazione: parte il menu più rawlicious che ci sia!

Preparato per Minestrone Essiccato

IMG_7906-copia-666x1000

Buon venerdì a tutti!
Pronti ad affrontare il week end? Noi sì, decisamente!

Ma prima di abbandonarvi (e al rientro sarà già dicembre, ovviamente non stiamo a raccontarvi quante ne succederanno e cosa dovremo dirvi, in dicembre!) al meritato riposo di fine settimana, vi lasciamo una ricetta che, come spesso accade, è un po’ la scoperta dell’acqua calda. Ma mica tanto.

Ci spieghiamo meglio.

Da tanti anni, perlomeno quanti ne hanno i nostri essiccatori, le persone ci chiedono spessissimo “Ma dopo averle essiccate, queste verdure, che me ne faccio io?! Le mangio così?!” e noi abbiamo qualche minuto di sospensione e silenzio nel quale visualizziamo con orrore i clienti sgranocchiarsi con sguardo vacuo o perplesso un sedano o un fagiolino essiccato. Oddio, male non fanno e in alcuni casi (vedi le zucchine chips o i semplicissimi pomodorini!) sono anche deliziose. Ma in generale l’essiccazione offre molte più possibilità e ci sono varietà che sarebbe decisamente meglio trattare, prima di consumarle.

Per fornire un’informazione immediata e comprensibile a tutti, facciamo l’esempio dei funghi secchi che si comprano al supermercato: tutti (o quasi) sanno come prepararli poi, a casa e quasi nessuno s’è messo a sostituirli ai pop corn, così com’erano, pescandoli direttamente dal sacchetto davanti ad un bel film e con una birra nell’altra mano.

Ma. Ma. Ma i dubbi restano sempre, quindi ecco a voi una soluzione semplicissima, immediata, molto pratica e se volete anche comune, che però non significa nè scontata nè tantomeno poco saporita, per utilizzare le verdure essiccate in stagione perché raccolte direttamente dall’orto o anche solo acquistate al massimo del loro splendore (e al minimo del loro costo) in negozio o dal contadino vicino a casa.

Continua a leggere

Zucchine Chips – l’alternativa sana alle patatine fritte!

E badate bene, abbiamo scritto l’alternativa sana perchè ci teniamo alla vostra linea e alla vostra salute più che a tutto il resto, e anche perchè nel titolo non ci entra un poema, ma sarebbe stato corretto scrivere anche MOLTO PIU’ BUONA delle patatine fritte. L’alternativa, si intende.

No, non stiamo scherzando e sì, anche noi eravamo scettici, ci suonava tanto da ripiego salutista un po’ estremo, di quelli che mentre lo mangi devi ripetere a te stesso come un mantra “Dai non è poi così male, su un’altra soltanto, via che ti fa meglio di quelle – buonissime – schifezze che mangi di solito…”.

Invece, credeteci, non c’era modo di smettere di sgranocchiarle e, per quanto ci sforzassimo, non riuscivamo proprio a sentire quella fastidiosissima vocetta di sottofondo (sì, noi sentiamo le voci. Perchè, voi no?) che strilla “Basta! Smettila! Ti fanno male! Non mangiarne così tante!”.

Un indicibile sollievo!

Tutto è nato venerdì mattina a casa di Miss Vanilla. Lo staff  Tauro s’è fatto una gitarella per iniziare a pianificare con lei una serie di iniziative e progetti che non possiamo ancora svelarvi – ma ovviamente restate sintonizzati – e la splendida Sara, con la sua piccola Iris in braccio (6 mesi di vita e sveglia da far paura!) ci ha accolti con mega centrifugato, involtini di zucchine e, per l’appunto, patatine fritte… di zucchina.

Continua a leggere

Ricciolina con Sardine e Zucchine Essiccate

A quanto pare, bastava postare una proposta lievemente autunnale per ottenere immediatamente il ritorno del caldo!
 
Ma la cosa più importante per la ricetta di ieri è ricordarsi di mettere mano oggi agli ingredienti, o le vostre dispense saranno desolatamente vuote, quando l’inverno busserà e voi avrete tantissima voglia di cacciare il naso in un barattolo di fragole che vi faccia tornare il buonumore!
 
Quindi sia bandito ogni genere di pigrizia, mano a coltelli e taglieri e dateci dentro, la stagione sta per iniziare!
 
Oggi vi regaliamo un primo delicato e intenso al tempo stesso, frutto della fantasia della nostra Tata!
Ci sembra perfetto per questi giorni, fateci sapere se provate a portarlo in tavola e che ve ne pare!
“Ancora protagonista il mio essiccatore! Questa volta le zucchine. Un gioco da ragazzi essiccarle! Provateci!
Il giorno prima, ho essiccato le zucchine dopo averle lavate e asciugate, tagliate a fette alte mezzo cm e programma P2.